Menu

Passaggio delle Consegne Rotary Club Chivasso

22 giugno 2017 - Archivio, Eventi
Passaggio delle Consegne Rotary Club Chivasso

Una bellissima serata, nonostante il caldo, quella tenutasi nella splendida cornice del Castello di San Sebastiano, la serata dedicata all’importante cerimonia del “passaggio delle consegne” da Livia Scuncio a Nanni Micca. A prendere la parola è stata la nostra Presidente uscente che, con forte commozione, ha ricordato il suo mandato. Dopo aver ringraziato il suo direttivo per averle dato un grande sostegno Livia ha parlato di un anno impegnativo ma pieno di gratificazioni. Nel corso del suo anno rotariano si sono tenute trenta serate nella nostra sede dei Rolandini con relatori d’eccezione e sono state effettuate due gite: una a Saint Jean de Mourienne, in occasione della natalizia francese, e una seconda sul lago di Como con la collaborazione di Laura Meda. Prima del passaggio delle consegne, Livia ha attribuito le Paul Harris Fellow: la prima a Nanni con la seguente motivazione:” Un rotariano che ha dato moltissimo”, la seconda a Rosa Nardelli Bianchini:” Una signora rotariana nell’animo che per oltre dieci anni si è occupata della stampa e spedizione del bollettino del club”. Particolarmente emozionata Rosa che ha commentato:” Vivo con un rotariano il cui motto è “si può dare di più” e quello che ho fatto per il club mi sembra veramente nulla. Nanni si è detto molto orgoglioso:” Tutto ciò che ho fatto, l’ho fatto con il cuore”.
Ed eccoci al passaggio del collare… (nuovo di zecca in occasione dei 60 anni del club e porta incisi tutti i nomi dei presidenti) momento vissuto con molta emozione da entrambi.
E così ha preso la parola il nostro neo Presidente Nanni Micca, il quale prima di iniziare il suo discorso ha voluto onorare l’impegno di Livia con la Paul Harris Fellow.
Ed ecco le parole di Nanni:” Chi subentra ha meno da raccontare rispetto a chi lascia. Questo perché la presidente uscente ha fatto e ha dei fatti concreti da esporre. Io che subentro non posso che “almanaccare”. Voglio ringraziare tutti coloro il cui nome è scritto su questo collare che porterò con orgoglio tutte le volte che potrò. Mi propongo di portare avanti i progetti dei miei predecessori, aggiungendo qualcosa di mio che possa caratterizzare questo anno alla guida del Club. Rinnovo a tutti l’invito ad esserci. Nel 1924 il simbolo del Rotary è stato modificato: da una ruota è diventato un ingranaggio, senza altri ingranaggi non serve a niente. Conto molto sui giovani del Rotary. Conto molto sul fatto che chi fa parte del Rotary si senta parte di un unico ingranaggio. E a tutti estendo l’invito a riprendermi quando sarà l’ora: preferisco una critica ad un apprezzamento. Infine voglio ricordare chi per primo mi ha fatto conoscere il Rotary: mio padre.” Alla serata erano presenti i presidenti di alcune realtà con le quali abbiamo interagito per i service dell’anno: Bruno Borsano (CRI), Miriam Mazzoni (Liceo musicale), Beppe Stocco (Associazione scacchistica).
Consegne2

Consegne3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, scorrendo la pagina o continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, scorrendo la pagina o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi